Romania

Comanescu: Romania – attivo promotore di una sempre più forte relazione tra l'Iran e l'Unione Europea

Il ministro degli Esteri, Lazar Comanescu, ha detto mercoledì che la Romania continuerà ad essere "un promotore attivo" di una relazione "forte" tra l'Iran e l'Unione Europea, anche in termini di soluzione di alcuni problemi regionali, come la crisi in Siria.

"Abbiamo discusso della possibilità del rafforzamento continuo delle relazioni tra l'Iran e l'UE e ho assicurato il signor ministro del fatto che la Romania è stato e continuerà ad essere un promotore attivo di un rapporto sempre più forte tra l'Iran e l'Unione Europea, anche per quanto riguarda una cooperazione per risolvere alcuni problemi regionali, come quelli relativi al Medio Oriente, la crisi in Siria e gli altri', ha detto Comanescu, in una conferenza stampa congiunta con il suo omologo iraniano, Mohammad Javad Zarif, che si trova in un visita a Bucarest.

Egli ha sottolineato che vi è un interesse comune nella soluzione politica di alcune questioni importanti che influenzano la stabilità e la sicurezza nelle vicinanze dei due paesi.

Il capo della diplomazia romena ha ribadito che le relazioni tra Bucarest e Teheran sono state colpite negli ultimi dieci anni da sanzioni imposte all'Iran a livello internazionale, aggiungendo però che "grazie agli sforzi compiuti dal governo iraniano e dalla comunità internazionale", questi momenti sono stati superati.

Il funzionario rumeno ha anche detto che i colloqui con il suo omologo iraniano hanno mirato anche la cooperazione in vari settori, come l'energia, i trasporti, l'agricoltura, le infrastrutture, l'industria, in particolare l'industria chimica.

"In tutte queste aree non c'è solo un grande potenziale, ma anche una tradizione che (...) è stata interrotta ad un certo punto, ma è venuto il momento di riprenderla e consolidarla. (...) Ci sono punti di vista particolari per lo sviluppo della cooperazione in settori quali l'istruzione, la ricerca scientifica, la tecnologia e la comunicazione", ha detto Comanescu.

Mohammad Javad Zarif ha ribadito che è il primo ministro degli esteri iraniano a visitare la Romania dopo due decenni e ha notato, a sua volta, un certo numero di settori economici in cui esiste la possibilità di cooperazione tra i due paesi.

Alla richiesta di commentare il risultato elettorale degli Stati Uniti, Zarif ha detto che, tradizionalmente, l'Iran non ha alcun coinvolgimento nei problemi di altri paesi, ma che chiunque è il presidente degli Stati Uniti dovrebbe capire molto bene la realtà del mondo di oggi.

"Nella misura in cui si riferisce all'Iran, ciò che è importante è che il futuro presidente degli Stati Uniti prenda in considerazione (...) gli impegni che gli Stati Uniti hanno assunto non a livello bilaterale ma multilaterale", ha sottolineato Mohammad Javad Zarif.

La fonte: l'Agenzia di stampa romena AGERPRES

 

 

Internazionalizzazione, Sala: Regione svolge ruolo diplomatico

12/17/16

"Regione Lombardia sta svolgendo un importante ruolo diplomatico per tutte le delegazioni straniere che vengono a Milano, in misura sempre maggiore. Siamo un punto di riferimento a livello internazionale". Lo ha detto il…

Giornata dedicata ai rapporti romeno-italiani, a Melegnano

04/27/16

Il Castello di Melegnano ha ospitato un momento dedicato alla storia comune dei popoli romeno ed italiano. E' stata evocata la personalità di Vasile Alecsandri, che ha descritto nei suoi versi l'eroismo degli italiani nelle …

Incontro di lavoro con il Prefetto di Milano

03/03/16

Il Console Generale di Romania a Milano, George Bologan, ha avuto un incontro di lavoro con il nuovo Prefetto di Milano, Alessandro Marangoni. L'incontro tra i due ufficiali si è svolto in un ambiente molto cordiale,…