Home

FORUM ECONOMICO “GLI INVESTIMENTI ITALIANI IN ROMANIA: UN PERCORSO EUROPEO NELL’ECONOMIA GLOBALE”

In occasione della visita in Romania del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, si è svolto il 14 giugno il Forum Economico “Gli investimenti italiani in Romania: un percorso europeo nell’economia globale”, organizzato dall’Ambasciata d’Italia a Bucarest e dall’ICE – Agenzia per la Promozione all’Estero e l’Internazionalizzazione delle Imprese Italiane, in collaborazione con Confindustria Romania e con la partecipazione della Camera di Commercio Italiana e della Sace.

Semplificata la procedura per il rilascio dei permessi di costruzione

23 giu-Le procedure per il rilascio di autorizzazioni urbanistiche e permessi di costruzione saranno resi più efficienti attraverso la possibilità alternativa di presentazione on-line della domanda e dei relativi documenti. La trasparenza dovrebbe aumentare grazie alla possibilità di visualizzazione on-line di tutta la procedura. Sarà introdotto un meccanismo di notifica del rilascio delle autorizzazioni di costruzione/demolizione. Saranno ridotti i rischi di corruzione e conflitto di interessi e trasparenza.(Confindustria Romania)

ENI E ROSNEFT - ESPLORAZIONI CONGIUNTE NEL MAR NERO

21 GIU - La compagnia italiana ENI e la russa Rosneft inizierano il prossimo anno un progetto di esplorazione dei giacimenti di gas naturale nel Mar Nero. L’accordo tra i due giganti sara’ firmato a Sankt Petersburg dall'Amministratore Delegato di Eni, Paolo Scaroni, e dall'Amministratore Delegato di Rosneft, Igor Sechin in occasione del Forum economico iniziato il 16 giugno scorso. L’intesa rientra nell'ambito del quadro strategico siglato il 25 aprile tra le due compagnie, in base al quale Eni e Rosneft costituiranno una joint venture (Eni 33,33%, Rosneft 66,67%) per lo sviluppo della licenza Zapadno-Cernomorsky, nel Mar Nero. Il costo dell’investimento e’ stimato a circa 55 miliardi di $. (ICE BUCAREST)

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA ITALIANA, SERGIO MATTARELLA, AL FORUM ECONOMICO ROMENO-ITALIANO DI BUCAREST

18 GIU - Il Presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella, ha evidenziato, durante il Forum Economico: “Gli investimenti italiani in Romania: un percorso europeo nell’economia globale” svoltosi di recente a Bucarest, l’importanza dei rapporti commerciali tra i due paesi nonché la significativa presenza romena in Italia che si è tradotta anche in attività imprenditoriali rilevanti. “Italia e Romania costituiscono, a questi riguardi, un esempio concreto della strada che l’Europa ha compiuto e dalla quale nessuna persona di buon senso può immaginare di tornare indietro”, ha detto il Presidente Mattarella.

LA ROMANIA È IL MERCATO PIÙ ATTRATTIVO DELL’EST EUROPA PER GLI INVESTIMENTI IN SPAZI PER UFFICI

17 GIU - La Romania è il mercato più interessante tra i paesi dell'Europa centrale e orientale (CEE) per quanto riguarda gli investimenti in spazi di ufficio e la capitale di Bucarest ha registrato nel 2015 l’area affittata piu’ grande della regione. È quanto riferiscono gli esperti della CBRE Romania. Nel 2015, a Bucarest sono stati affittati 70.000 metri quadrati, una cifra record rispetto ad altre capitali, esclusa Varsavia. Rispetto ad altre capitali dell’Europa orientale, siamo ancora al di sotto del 50% di mq di uffici moderni per abitante. Gli affitti a Bucarest sono i più bassi dell’Europa orientale. Abbiamo una dinamica sostenibile della domanda e della crescita del business dei nuovi arrivati ​​sul mercato. In Romania il settore edilizio è molto attivo, siamo un mercato aperto, con tanti spazi per uffici di qualità e la domanda rimane costante , ha detto Paduroiu.

IL MUNICIPIO DI COVASNA È ALLA RICERCA DI INVESTITORI PER TRE PARCHI INDUSTRIALI

17 GIU - Le autorità del municipio di Covasna (centro-est della Romania) sono alla ricerca di investitori per tre parchi industriali, due a Sfântu Gheorghe e uno a Târgu Secuiesc, recentemente costruiti attraverso i finanziamenti UE. Il sindaco di Târgu Secuiesc ha annunciato che i due parchi industriali della città si sviluppano su una superficie di quasi 14 ettari, e gli investitori hanno a disposizione sei capannoni e terreni per la costruzione di edifici che possono essere affittati a prezzi molto convenienti. Il sindaco ha sottolineato inoltre l’esistenza di agevolazioni fiscali per gli eventuali investitori, esenti dal pagamento di alcune tasse locali.

LA ROMANIA È TRA I PAESI CON I PREZZI PIU’ BASSI DEGLI ALIMENTI IN EUROPA

17 GIU - I prezzi degli alimenti in Romania sono tra i più bassi tra i 38 stati europei inclusi in un sondaggio condotto dall'Ufficio Europeo di Statistica (Eurostat) nel 2015 (64% della media UE).Anche Albania, Montenegro, Serbia, Bosnia Erzegovina e Kosovo hanno prezzi più alti rispetto alla quota della media dell’UE. La Danimarca è invece la piu’ cara (145% rispetto alla media UE), seguita dalla Svezia (124%), l'Austria (120%), l’Irlanda e la Finlandia (119). All'estremo opposto, i prezzi dei prodotti alimentari più bassi sono stati registrati in Polonia (63% della media UE), Romania (64%) e Bulgaria (70%).

IL GASDOTTO GIURGIU-RUSE PRONTO AD AGOSTO

16 GIU - Secondo le informazioni fornite dalla Transgaz, la compagna nazionale romena di trasporto del gas, il gasdotto Giurgiu-Ruse, che collega sotto il Danubio le reti di gas tra la Romania e la Bulgaria, sarà completato nel mese di agosto di quest’anno e le prime importazioni ed esportazioni di gas verranno effettuate durante l’anno corrente. La condotta di gas doveva essere completata nel 2012, ma il progetto è stato posticipato a causa delle procedure relative alla parte sottomarina della conduttura. Secondo la Transgaz, “il termine di completamento del progetto è previsto per il mese di agosto 2016.

FORUM ECONOMICO “GLI INVESTIMENTI ITALIANI IN ROMANIA: UN PERCORSO EUROPEO NELL’ECONOMIA GLOBALE”

15 GIU - In occasione della visita in Romania del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, si e’ svolto ieri il Forum Economico: Gli investimenti italiani in Romania: un percorso europeo nell’economia globale”, organizzato dall’Ambasciata d’Italia a Bucarest e dall’ICE – Agenzia per la Promozione all’Estero e l’Internazionalizzazione delle Imprese Italiane, in collaborazione con Confindustria Romania e con la partecipazione della Camera di Commercio Italiana e della Sace.

LA ROMANIA SODDISFA TRE DEI QUATTRO CRITERI PER LA ZONA EURO MA L’ADESIONE RIMANE TUTTORA INCERTA

10 GIU - Due rapporti sulla convergenza, realizzati dalla Commissione Europea e dalla Banca Centrale Europea, mostrano che la Romania soddisfa tre dei criteri di Maastricht per l'adesione all'euro (inflazione, debito pubblico, interessi a lungo termine) mentre il quarto, relativo al tasso di cambio, è soddisfatto solo parzialmente. Ma nessuno dei sette paesi analizzati nel rapporto (Romania, Bulgaria, Polonia, Ungheria, Croazia e Svezia) soddisfa questo criterio che prevede che il tasso di cambio non deve variare di oltre il 15% verso l'alto o verso il basso contro l'euro.

Internazionalizzazione, Sala: Regione svolge ruolo diplomatico

12/17/16

"Regione Lombardia sta svolgendo un importante ruolo diplomatico per tutte le delegazioni straniere che vengono a Milano, in misura sempre maggiore. Siamo un punto di riferimento a livello internazionale". Lo ha detto il…

Giornata dedicata ai rapporti romeno-italiani, a Melegnano

04/27/16

Il Castello di Melegnano ha ospitato un momento dedicato alla storia comune dei popoli romeno ed italiano. E' stata evocata la personalità di Vasile Alecsandri, che ha descritto nei suoi versi l'eroismo degli italiani nelle …

Incontro di lavoro con il Prefetto di Milano

03/03/16

Il Console Generale di Romania a Milano, George Bologan, ha avuto un incontro di lavoro con il nuovo Prefetto di Milano, Alessandro Marangoni. L'incontro tra i due ufficiali si è svolto in un ambiente molto cordiale,…