Home

TAGLIO DELL’IVA SULLE MATERIE PRIME AGRICOLE AL 9 % DAL 1 ° AGOSTO

03 AGO - Dal 1 ° agosto dell’anno in corso, l’IVA sui semi, fertilizzanti, pesticidi e altri prodotti agricoli per la semina o per la coltivazione e la fornitura di servizi in agricoltura è sceso dal 20% al 9%. Oltre a materie prime agricole, l’IVA ridotta del 9% si applica si applica anche ad alcuni servizi utilizzati in agricoltura come ad esempio: aratura, lavorazione terreno, concimazione, diserbamento, mietatura, trebbiatura, spruzzo, spolverare - combattere le malattie e parassiti, erbicidi, trattamento dei semi utilizzati in via preliminare delle colture con i prodotti per la protezione delle piante, raccolta del materiale tramite impianti di pressatura/compostaggio, pressati in balle, tritare gli scarti vegetali, livellamento dei terreni agricoli che assicura una superficie piatta della cultura, riducendo le deviazioni microreliefo causato da altri lavori agricoli, deposito di mangimi in aziende zootecniche, scavo buche per piantare alberi, etichettatura verdure e frutta, montaggio/costruzione serre, disinfezione e disinfestazione nelle aziende zootecniche, tosatura delle pecore, smistamento, etichettatura e imballaggio delle uova, ecc(ICE Bucarest)

LA BANCA TRANSILVANIA APRE LA TERZA FILIALE A ROMA

02 AGO - La Banca Transilvania (BT), l’unica banca romena presente sul territorio italiano dal 2014, ha aperto la terza filiale a Villanova dopo quelle di Casilina e Tivoli. La decisione e’ stata presa tenendo conto del numero significativo di romeni che vivono a Roma e nel Lazio, nonche’ dell’importante presenza di societa’ a capitale romeno. I servizi che la banca offre ai suoi oltre 3.500 clienti comprendono: depositi, mutui immobiliari, Internet Banking, Mobile Banking, trasferimenti tra la BT Italia e la BT Romania ecc. I clienti disporranno di assistenza in entrambe le lingue attraverso il personale composto da italiani e romeni. I piu’ venduti servizi della BT in Italia sono il trasferimento bancario verso la Romania e il mutuo immobiliare destinato agli acquisti di case ed appartamenti in Romania. I clienti BT Italia possono trasferire fino a 10.000 euro in soli 5 minuti verso un conto BT ad un costo di soli 3 euro allo sportello e 2 euro utilizzando il servizio di Internet Banking BT24. Dopo la fusione con VolksBank, la Banca Transilvania e’ diventata una tra le piu’ importanti banche della Romania con oltre 7.300 dipendenti, 550 uffici e 2.2 milioni di clienti.(ICE BUCAREST)

A GIUGNO IL TASSO DI DISOCCUPAZIONE SCENDE AL 6,4%

02 AGO - Secondo i dati dell’Istituto romeno di Statistica, a giugno 2016 il tasso di disoccupazione, calcolato in base ai criteri dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro, è stato pari al 6,4%, in diminuzione dello 0,2% rispetto al mese precedente e dello 0,3% rispetto al corrispondente mese del 2015. Il numero dei disoccupati (eta’ 15-74), pari a 568 mila persone, è diminuito sia rispetto al mese precedente (581 mila persone) sia rispetto al mese di giugno 2015 (617 mila persone). I disoccupati di età compresa tra i 25 e i 74 anni rappresentano il 78,3% dal totale stimato dei disoccupati registrati nel mese di giugno 2016(ICE BUCAREST)

Rapporto debito pubblico/PIL in diminuzione

Secondo i dati rilasciati dall’Eurostat, alla fine del primo trimestre di quest’anno il debito pubblico della Romania è stato pari a circa 270 miliardi di lei, equivalente al 37,6 per cento del PIL. Questo è risultato in calo di 0,8 punti percentuali rispetto agli ultimi ultimi tre mesi del 2015. Il debito pubblico della Romania è risultato il quarto più basso nell’Unione Europea. Oltre alla Romania, diminuzioni sono state registrate in Lituania (-2,7 per cento), Regno Unito (-1,2 per cento) e in Svezia (-1 per cento)(Confindustria Romania)

Iniziative della Borsa Valori per attirare investitori -

 

a Borsa Valori di Bucarest vuole lanciare diversi progetti il cui obiettivo finale è quello di attirare ed educare piccoli investitori ed aziende private. BVB lancerà entro la fine dell’anno un sito web dove gli investitori potranno accedere e trovare i dettagli di tutti i programmi e progetti lanciati negli ultimi due anni. La piattaforma si concentrerà esclusivamente sul mercato dei capitali e conterrà informazioni su broker, gestori di fondi pensione e gestori di fondi comuni di investimento(Confindustria Romania)

FONDI EUROPEI PER LE IMPRESE SOCIALI

27 LUG - Le imprese di economia sociale che attraverso la loro attività contribuiscono a risolvere i problemi sociali o di una comunità potranno ricevere un sostegno finanziario compreso tra 50.000 e 100.000 di euro provenienti dai fondi europei. In tal senso, il Ministero dei fondi europei ha lanciato recentemente per consultazione pubblica una linea di finanziamento intitolata Solidar (Solidale), con uno stanziamento di 20 milioni di euro dal Programma Operativo Capitale Umano (POCU), l’Asse Prioritario 4 “Inclusione sociale e lotta alla povertà”. La guida del richiedente sarà aperta al dibattito pubblico entro il 10 agosto p.v., mentre la presentazione dei progetti è prevista dal 10 settembre al 30 settembre 2016. Il programma mira a sostenere 200 imprese dell'economia sociale che hanno bisogno di formazione, consulenza, sviluppo di capacità, adattamento dei posti di lavoro per i disabili, trasferimento di know -how, partnership e così via.
L'economia sociale è un settore in crescita in Romania, ma è ancora molto limitata rispetto agli altri Stati membri dell’UE. In Romania, la quota di dipendenti del settore dell'economia sociale è di 1,7 %, la media europea è del 6,5%.
“Le imprese dell'economia sociale devono affrontare ancora più problemi rispetto alle imprese tradizionali nella ricerca di finanziamenti, pubblici o privati. I fondi europei sono una soluzione, in modo da cogliere l'opportunità e lanciare questo meccanismo di finanziamento. La buona notizia è che non è l’unico bando, ma il primo di una serie dedicata all’economia sociale, ha riferito il Ministro dei fondi europei (MFE), Cristian Ghinea. Tra i temi che affronta l’impresa sociale ci sono: la povertà e l’esclusione, l’emarginazione, la difficoltà di accesso ai servizi (sociali, medici, finanziari, ecc) e ai mercati. Inoltre mancano le opportunità per le persone senza adeguata qualifica occupazionale(ICE BUCAREST)

PRYSMIAN GROUP APRIRÀ DUE NUOVI IMPIANTI PER LA PRODUZIONE DI CAVI PER TELECOMUNICAZIONI IN ROMANIA E SLOVACCHIA

27 LUG - Prysmian Group, leader mondiale nel settore dei sistemi via cavo per l’energia e le telecomunicazioni, aprirà due nuovi impianti per la produzione di cavi dati e per telecomunicazioni in Europa. È quanto riferisce un comunicato stampa del Gruppo. Gli impianti, ampliamenti delle esistenti fabbriche di Slatina in Romania e Presov in Slovacchia, diventeranno operativi nei prossimi mesi, e raggiungeranno la piena capacità all’inizio del 2017, diventando così i più grandi impianti della loro categoria in Europa. Le cerimonie d’inaugurazione ufficiali avranno luogo nel 2017 per questo insolito ma per questo ancora più significativo evento per l’industria dei cavi europea. La fabbrica di Slatina ha iniziato la propria attività produttiva nel 1973 con la produzione di cavi per energia, e nel 2009 ha introdotto il primo modulo per produrre cavi in fibra ottica per dorsali e reti d’accesso. Dopo grossi investimenti effettuati negli anni 2013-2014, la capacità produttiva annuale totale di cavi ottici è cresciuta fino ad arrivare a circa 4.500.000 di chilometri di fibra. Con questo nuovo investimento di 22 milioni di euro la capacità produttiva dello stabilimento raggiungerà 8.000.000 di chilometri di fibra. Il nuovo impianto produrrà cavi in fibra ottica di nuova generazione e ad alta tensione per le linee di trasmissione di potenza che saranno commercializzati sia sul mercato locale che all’estero. Attualmente, oltre il 70 % della produzione di Slatina viene esportata, il resto rimane sul mercato locale. L’azienda, che dispone di 17 centri di ricerca e sviluppo, vuole sviluppare un tale centro anche a Slatina. La società ha ottenuto un aiuto dello Stato per un valore di circa 3 milioni di euro per l’investimento realizzato a Slatina. Lo stabilimento di Presov è stato dedicato finora alla produzione di cavi dati in rame per il business Multimedia Solutions, con una capacità attuale di più di 600.000 chilometri di coppia per anno. Dopo un investimento di 21 milioni di euro, la capacità produttiva di cavi in rame verrà aumentata, e sarà aggiunta la produzione di cavi ottici per applicazioni multimedia(ICE BUCAREST)

106,5 MILIONI DI EURO DAI FONDI UE PER LA SICUREZZA STRADALE E AGEVOLARE IL TRAFFICO TRANSFRONTALIERO

Il Ministero dei fondi europei (MFE) apre le linee di finanziamento per gli investimenti che mirano ad aumentare la sicurezza del traffico, la fluidità del flusso di traffico ai punti di attraversamento della frontiera, nonché per ridurre l'impatto ambientale. Il budget è di 106,5 milioni di euro, di cui per la sicurezza stradale viene assegnata la dotazione più alta di 85,2 milioni di euro. Il principale risultato atteso attraverso questi investimenti è quello di ridurre la mortalità in incidenti stradali. Nel 2015, il tasso di mortalità era di 95 persone ogni milione di abitanti, quasi il doppio della media UE (51,5 morti ogni milione di abitanti), secondo le statistiche della Commissione europea. La Romania occupa il primo posto nell’UE assieme alla Bulgaria – per numero di incidenti stradali. Per quanto riguarda la fluidità del flusso di traffico ai punti di attraversamento della frontiera attraverso questa linea di finanziamento si ridurrà il tempo di permanenza, soprattutto per il trasporto di merci. Le guide del richiedente che il Ministero dei fondi europei lancia per i progetti in materia di sicurezza stradale è rivolgono agli amministratori di infrastrutture di trasporto per tutti i modi, anche attraverso partnership con altre istituzioni pubbliche, enti locali, Direzione Stradale dell’Ispettorato della Polizia romena e la Direzione di Polizia dei Trasporti. I 106,5 milioni di euro provenienti dal Programma Operativo Grande Infrastruttura 2014-2020, saranno distribuito come segue:
- 76,13 milioni di euro per nuovi progetti di sicurezza del traffico e la sicurezza dei trasporti per tutti i modi di trasporto;
- 21,3 milioni di euro sono destinati ai progetti di sviluppo delle infrastrutture di accesso ai punti di frontiera
- 8,47 milioni di euro destinati ai progetti avviati nel periodo di programmazione 2007-2013 che verranno finalizzati durante l’attuale esercizio finanziario.
Secondo le stime della Commissione, inoltre, 135 000 persone sono rimaste gravemente ferite sulle strade dell'UE. Il costo sociale (riabilitazione, assistenza sanitaria, danni materiali ecc.) dei morti e dei feriti sulle strade è stimato ad almeno 100 miliardi di euro.(ICE BUCAREST)

INTERSCAMBIO COMMERCIALE TRA LA ROMANIA E L’ITALIA NEI PRIMI QUATTRO MESI DEL 2016 IN AUMENTO

21 LUG - Secondo i dati dell’Istituto romeno di Statistica (INS), l’interscambio commerciale tra la Romania e l’Italia nei primi quattro mesi del 2016 ha raggiunto un valore complessivo di 4,5 miliardi di euro, in rialzo dell’1,2% rispetto al corrispondente periodo del 2015, che aveva fatto segnare il record storico dei flussi con un +8,5% rispetto al 2014. In particolare, la Romania ha esportato verso l’Italia beni per un valore pari a 2,28 miliardi di euro (+0,6% rispetto ai primi quattro mesi del 2015), mentre le importazioni dall’Italia hanno raggiunto un valore di 2,23 miliardi di euro (+1,8% rispetto al corrispondente periodo dell’anno scorso). La bilancia commerciale della Romania riguardo agli scambi con l’Italia ha registrato un saldo commerciale positivo di 49,3 milioni di euro. Nei primi quattro mesi del 2016 l’Italia mantiene la seconda posizione dopo la Germania sia nella graduatoria dei Paesi fornitori sia in quella dei mercati di destinazione dell’export romeno, con una quota sul totale interscambio della Romania pari all’11,14% (12,3% del totale export e 10,4% del totale import)(ICE BUCAREST)

EDILIZIA: A MAGGIO LAVORI IN CRESCITA DELL’8,9%

21 LUG - Secondo i dati dell’Istituto Nazionale di Statistica (INS), il volume dei lavori edili, sia come indice grezzo, che come indice rettificato per numero di giorni lavorativi e stagionalità, ha registrato nel mese di maggio 2016 un aumento dell’8,9% mese su mese e del 9,4% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. Come indice grezzo, il volume dei lavori edili è aumentato del 6,2% nel mese di maggio rispetto al mese di aprile 2016. Tale aumento è dovuto alla crescita del 34% per i lavori di ristrutturazione maggiori e del 3,7% per i lavori di nuove costruzioni. Come indice rettificato per numero di giorni lavorativi e stagionalità, il volume dei lavori edili è calato del 3%. Relativamente agli elementi di struttura, è stato registrato un calo del 14,6% per i lavori di manutenzione e riparazioni correnti e del 7,7% per i lavori di nuove costruzioni, mentre il volume dei lavori di ristrutturazione maggiori è cresciuto del 14,2%. Nei primi cinque mesi del 2016, il volume dei lavori edili sia come indice grezzo, che come indice rettificato per numero di giorni lavorativi e stagionalità, è aumentato del 5%, nonché del 4,7% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Per quanto riguarda gli elementi di struttura (indice grezzo), è stato registrato un aumento del 14,5% per i lavori di manutenzione e riparazioni correnti e del 3,7% per i lavori di nuove costruzioni, mentre i lavori di ristrutturazione maggiori sono calati del 4,8%. Per le tipologie di costruzione, il volume dei lavori edili è cresciuto dell’8,8% per i lavori di ingegneria e del 3,2% per gli edifici residenziali, mentre è calato dello 0,3% per gli edifici non-residenziali. Come indice rettificato per numero di giorni lavorativi e stagionalità, per quanto riguarda gli elementi di struttura è stata registrata una crescita del 16,7% per i lavori di manutenzione e riparazioni correnti e dell’1,8% per i lavori di nuove costruzioni, mentre i lavori di ristrutturazione maggiori sono diminuiti del 3,1%. Per le tipologie di costruzione, il volume dei lavori edili è cresciuto del 12,4% per i lavori di ingegneria e del 3,4% per gli edifici residenziali, mentre è calato dello 0,2% per gli edifici non-residenziali. (ICE BUCAREST)

Internazionalizzazione, Sala: Regione svolge ruolo diplomatico

12/17/16

"Regione Lombardia sta svolgendo un importante ruolo diplomatico per tutte le delegazioni straniere che vengono a Milano, in misura sempre maggiore. Siamo un punto di riferimento a livello internazionale". Lo ha detto il…

Giornata dedicata ai rapporti romeno-italiani, a Melegnano

04/27/16

Il Castello di Melegnano ha ospitato un momento dedicato alla storia comune dei popoli romeno ed italiano. E' stata evocata la personalità di Vasile Alecsandri, che ha descritto nei suoi versi l'eroismo degli italiani nelle …

Incontro di lavoro con il Prefetto di Milano

03/03/16

Il Console Generale di Romania a Milano, George Bologan, ha avuto un incontro di lavoro con il nuovo Prefetto di Milano, Alessandro Marangoni. L'incontro tra i due ufficiali si è svolto in un ambiente molto cordiale,…