Romania

Romania continuerà ad incoraggiare l'annientamento di ogni atteggiamento estremista e promuovere la tolleranza e la democrazia

​La Romania continuerà ad incoraggiare l'annientamento di qualsiasi atteggiamento estremista e promuovere la tolleranza e la democrazia, ha detto il presidente Klaus Iohannis, nel messaggio trasmesso in occasione della riunione plenaria dell'Alleanza Internazionale per la Memoria dell'Olocausto (IHRA).

"Vi assicuro che, anche se la Romania consegnerà il mandato dell'IHRA nel marzo del prossimo anno, la presidenza della Romania dell'Alleanza è stata solo una fase, una in cui abbiamo agito con successo, nel nostro viaggio per il rafforzamento dell'educazione e della ricerca sull'Olocausto, ed anche per il combattimento di ogni forma di discriminazione. Lo stato rumeno continuerà ad incoraggiare l'annientamento di qualsiasi atteggiamento estremista e promuovere la tolleranza e la democrazia con tutti i mezzi a loro disposizione", afferma il capo dello stato, nel messaggio presentato mercoledì dal consigliere presidenziale, Andrei Muraru.

Secondo Iohannis, negli otto mesi dopo l'assunzione de mandato della direzione dell'IHRA, la Romania ha dimostrato che è conseguente ai principi che promuove: la tolleranza e la mobilizzazione contro l'estremismo di qualsiasi tipo, in accordo con i valori democratici che guidano lo Stato romeno.

Il capo dello Stato ha menzionato che gli impegni della Romania, alla presa della presidenza dell'IHRA, si sono focalizzati su tre seguenti punti: - il rafforzamento dell'educazione sull'Olocausto negli stati membri dell'Alleanza e non solo, della ricerca accademica nel campo, ed anche la promozione della memoria dell'Olocausto nel media e media sociale, nel sostegno della comprensione e della tolleranza reciproca, sottolineando che gli obiettivi del nostro paese non sarebbero diventato tangibili e apprezzati dai partner senza una comunicazione sostenuta tra le istituzioni statali.

"Il mandato della Romania all'IHRA si è tradotto anche tramite la determinazione di una nuova direzione sulla generalizzare della conoscenza del fenomeno dell'Olocausto: sono stati introdotti corsi per funzionari, avendo come tema la storia dell'Olocausto, la lotta contro l'antisemitismo, la xenofobia e la discriminazione. Un altro risultato importante è la decisione della costituzione, a Bucarest, di un Museo di Storia degli Ebrei e dell'Olocausto. Un tale museo rilancerebbe un'idea in cui credo fortemente: le persone possono affrontare il futuro solo con il loro passato", sostiene il presidente Iohannis, che ricorda le parole di Elie Wiesel - "Dimenticare, tacere, essere indifferente alle cose che ti circondano - sono alcuni dei più grandi peccati".

Egli ricorda che una delle maggiori conquiste della presidenza romena dell'Alleanza è stata l'adozione, in occasione della prima riunione di Bucarest, di una definizione operativa coerente dell'antisemitismo.

Dobbiamo accettare il passato ed evitare la trappola di una memoria selettiva", afferma il presidente Iohannis.

La fonte: l'Agenzia di stampa romena AGERPRES

 

Internazionalizzazione, Sala: Regione svolge ruolo diplomatico

12/17/16

"Regione Lombardia sta svolgendo un importante ruolo diplomatico per tutte le delegazioni straniere che vengono a Milano, in misura sempre maggiore. Siamo un punto di riferimento a livello internazionale". Lo ha detto il…

Giornata dedicata ai rapporti romeno-italiani, a Melegnano

04/27/16

Il Castello di Melegnano ha ospitato un momento dedicato alla storia comune dei popoli romeno ed italiano. E' stata evocata la personalità di Vasile Alecsandri, che ha descritto nei suoi versi l'eroismo degli italiani nelle …

Incontro di lavoro con il Prefetto di Milano

03/03/16

Il Console Generale di Romania a Milano, George Bologan, ha avuto un incontro di lavoro con il nuovo Prefetto di Milano, Alessandro Marangoni. L'incontro tra i due ufficiali si è svolto in un ambiente molto cordiale,…